I sotterranei del palazzo di Tryon

La vecchia disse a Thalia che poteva proseguire e incontrare Tryon e le indicò una porta sul fondo della sala ed essa la attraversò senza esitazione. Malitus e Arlicus vennero indirizzati ad un’altra porta, a destra di quella attraversata da Thalia. Oltre la porta, c’era una stanza circolare con molte altre porte. Arlicus aprì la porta di fronte a quella da cui i due erano appena passati. La porta si spalancò e ne uscì un serpente enorme, grande quanto un uomo, che tentò di azzannare Arlicus. Malitus, scavalcando la coda del serpente, attraversò la porta ed Arlicus riuscì a seguirlo. I due attraversarono un ampio corridoio le cui pareti erano decorate da affreschi raffiguranti scene di serpenti in lotta contro uomini. Arlicus riconobbe gli elementi di un’antica leggenda, secondo la quale l’isola di Selemna era anticamente abitata solo da serpenti giganti, che gli uomini avevano dovuto sterminare prima di potersi stabilire sull’isola. Il corridoio condusse Arlicus e Malitus ad una sala quadrata, anch’essa decorata da affreschi raffiguranti una battaglia. Da un lato erano rappresentate le armate di Rubea, sotto il vessillo del serpente e della spada, dall’altro quelle di Nima, sotto l’insegna del delfino bianco in campo azzurro. Nel dipinto, il console Lapus di Eurythia era rappresentato nell’atto di colpire alle spalle l’araldo che portava l’insegna nimerita. La profezia di un tradimento! Attraversata la sala e un altro corridoio, questa volta in lieve pendenza, Arlicus e Malitus raggiunsero una grotta in fondo alla quale intravedevano la luce dell’alba.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

w

Connecting to %s